Ultimi sondaggi politici elettorali: dopo le dimissioni del Min.Guidi, crollo spaventoso per Pd, Renzi e Governo

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (6 APRILE 2016) – E la botta è arrivata. Dopo le intenzioni di voto di Tg La7, oggi i sondaggi elettorali di Ballarò. Come dicevamo nell’articolo sui dati del telegiornale di Enrico Mentana, per vedere l’effetto del caso Guidi (o caso Tempa Rossa oppure Trivellopoli, se preferite) era necessario attendere ancora qualche giorno. Invece è bastata qualche ora e il colpo è stato più duro del previsto.

La batosta ha coinvolto sia la fiducia nell’ex sindaco Matteo Renzi, sia quella nel suo governo, sia le preferenze degli elettori verso il Pd (Partito democratico). Andiamo a vedere le slide degli ultimi sondaggi politici elettorali realizzati da Euromedia per Ballarò.

La fiducia in Renzi scende di un punto e mezzo abbondante, sprofondando sotto la soglia psicologica del 30%. E’ evidente che una parte degli italiani non è d’accordo con Renzi quando rivendica orgogliosamente la norma che ha equiparato le opere relative all’estrazione di idrocarburi alle opere “di pubblica utilità, indifferibili e urgenti”.

euromedia4

Peggio ancora va per il governo Renzi, due punti percentuali secchi persi in una settimana. L’esecutivo renziano piace ancora appena a un italiano su quattro.

euromedia3

E ora la fatidica domanda degli ultimi sondaggi politici elettorali di Ballarò: “Chi voterebbe oggi”? Partiamo dalle formazioni politiche minori, dove notiamo un bel balzo in avanti di SEL+SI, forse in parte dovuto a “quelli di sinistra” che dopo lo scandalo Guidi non vogliono più votare Pd e si sono spostati verso posizioni meno moderate (almeno sulla carta).

euromedia2

Ultimi sondaggi politici elettorali (6 aprile 2016): catastrofe Pd, persi quasi due punti percentuali in sette giorni

E infine, ecco qui la notizia della settimana sul fronte sondaggi elettorali: il Pd perde quasi due punti percentuali in appena una settimana. Il Movimento 5 Stelle guadagna invece mezzo punto, mentre Lega Nord e Forza Italia tornano quasi a toccarsi, dopo lunghi mesi di predominio leghista.

euromedia1

Resta ora da capire come farà Matteo Renzi a tamponare questa emorragia di voti: difficilmente basterà la vaga promessa degli 80 euro anche ai pensionati. Il referendum 17 aprile è imminente, le elezioni Comunali 2016 sono sempre più vicine e un insuccesso in queste due consultazioni elettorali potrebbe aprire la strada alla sconfitta fatale al referendum costituzionale di fine anno.

FONTE, CLICCA QUI

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*