Referendum No Trivelle, PD spaccato sul voto

Trivelle, Damiano (minoranza dem): vado a votare

 
cesare damiano ape

 

“Domenica 17 aprile vado a votare. Sto ancora riflettendo se votare sì o no”. Lo rivela  Cesare Damiano, esponente della minoranza del Partito Democratico. Ma così non rispetta, tra virgolette, le indicazioni del premier… “Renzi più che un’indicazione ha dato una sua opinione. Io, da cittadino, posso decidere che cosa fare di fronte a un referendum. Sto valutando se votare sì o votare no perché, come sempre, cerco di studiare gli argomenti a fondo. Questo è un classico caso di contrasto tra problemi ambientali e occupazionali e io sono sensbile a entrambi”. Secondo lei, se venisse raggiunto il quorum domenica prossima, Renzi si dimeterebbe? “Non credo, e perché? Quando mai un referendum ha a che fare con l’esistenza di un governo?”.

Il governo è davvero sotto attacco, pensando anche all’inchiesta petrolio? “Non c’è alcun dubbio – spiega l’ex ministro del Lavoro – che il caso dell’ex ministro Guidi, che per fortuna si è risolto con dimissioni rapide, è stato pesante e ha indebolito il governo“. Renzi e la Boschi hanno delle responsabilità? “Io distinguo la responsabilità della Guidi, conclamata e reiterata attraverso le intercettazioni che abbiamo letto, dal ruolo istituzionale svolto dalla ministra Boschi che ha, per dovere di ruolo, il compito di esaminare tutti i dossier e non necessariamente di fare tutte le leggi. In queste cose servono prudenza, discernimento e pacatezza. L’opposizione, come è evidente, svolge il suo ruolo di attacco al governo. Un attacco a mio avviso pretestuoso e propagandistico”.

Ma i poteri forti sono davvero contro il governo Renzi? “I cosiddetti poteri forti non sono necessariamente sempre uniti nel loro obiettivo. Può darsi che alcuni contrastino il governo e altri lo sostengano, la situazione è molto movimentata. L’importante per un governo è avere il consenso popolare dalla sua parte”. Scissione nel Pd? “Non mi pare all’ordine del giorno”, afferma Damiano. Che poi conclude parlando del referendum istituzionale del prossimo ottobre. “Per quello che mi riguarda in autunno voterò sì al referendum. E’ un argomento che è stato discusso a fondo nel Pd. E la minoranza, di cui io faccio parte, ha dato il suo contributo. Il testo è stato quindi corretto fino a raggiungere un buon compromesso. Voterò sì e farò campagna per il sì”.

FONTE :  http://www.affaritaliani.it/politica/trivelle-referendum-renzi-pd-416463.html

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE, CLICCA QUI

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*