“Boicottare il concorso scuola docenti”: l’invito corre sui social. Il 28 aprile la prima prova

Rimbalza sui social l’invito a boicottare il concorso scuola docenti 2016, la cui prima prova è prevista per giovedì 28 aprile.

I candidati le cui prove sono calendarizzate nei giorni successivi chiedono ai colleghi della prima giornata di “immolarsi” per tentare l’ultima carta contro lo svolgimento del concorso. Un concorso fortemente osteggiato dai partecipanti, molti dei quali rivendicano il doppio canale che finora ha caratterizzato il reclutamento dei docenti, e cioè il 50% dalle graduatorie del concorso e il 50% dalle graduatorie ad esaurimento.

La legge 107/2015 ha sancito uno spartiacque a questa normativa, imponendo il concorso come unico canale di reclutamento, dopo lo svuotamento totale delle attuali graduatorie ad esaurimento, che contano circa 45.000 docenti in attesa del ruolo.

Ma un boicottaggio (se veramente riuscisse) potrebbe avere come immediata ripercussione la messa in atto, dal punto di vista normativo, delle richieste dei candidati.

Secondo il piano del Governo entro il 15 settembre potrebbero essere in ruolo circa 63.000 docenti (sulla data impossibile scommettere, magari avverrà come già nel 2013 che qualche regione e qualche classe di concorso farà in tempo, altre no).

Ma il problema rimane per coloro che il concorso non lo supereranno, o non rientreranno in quel 10% di idonei previsto dalla legge.

Un’occasione per dare spazio alle richieste dei precari abilitati è – secondo l’Anief – la discussione presso la Camera dei deputati, del progetto di legge inerente la “Funzionalità del sistema scolastico e della ricerca”, che poi non è altro che la conversione in legge del decreto-legge 29 marzo 2016, n. 42, recante disposizioni urgenti in materia (con scadenza 28 maggio 2016 ).

Un emendamento potrebbe essere risolutivo.

Il problema è che il concorso non è la panacea per l’eliminazione del precariato, ma solo un altro piccolo passo verso un diverso modo di concepire formazione e reclutamento, ma la vera riforma è ancora di là da venire.

Il prossimo anno continueremo a parlare di supplenze, di limite dei 36 mesi per incarichi a tempo determinato su posti vacanti e disponibili, di scuole che ricercano docenti con domande di messa a disposizione.

FONTE : http://www.orizzontescuola.it/news/boicottare-concorso-scuola-docenti-linvito-corre-sui-social-28-aprile-prima-prova

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE, CLICCA QUI

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DELLA SEZIONE SCUOLA, CLICCA QUI

– See more at: http://www.tuttiunitiperresistere.it/2016/04/14/ricorso-al-giudice-del-lavoro-per-lottenimento-del-diritto-allinserimento-nelle-graduatorie-ad-esaurimento-gae-per-i-docenti-in-possesso-di-titolo-abilitativo/#sthash.cDyLWFNq.dpuf

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*